Ecco una selezione di domande frequenti sulla situazione in Istituto.

Come posso essere informato sullo stato di salute del mio caro?

Continueremo a inviare il report giornaliero, in cui sono presenti informazioni sulle condizioni cliniche e le attività svolte.

I casi positivi a Covid-19 sono stati isolati?

I casi con infezione da CODIV-19 sono stati tutti isolati in reparto dedicato, non a contatto con gli altri reparti dell’Istituto, in cui opera personale dedicato.

Cosa succede in caso di sospetta infezione?

Eventuali casi sospetti di infezione verranno valutati immediatamente dal medico e posti in isolamento in una zona protetta con personale dedicato.

Come posso essere informato in caso di sospetta infezione?

La Direzione Sanitaria informerà i parenti dei pazienti che si trovano in una situazione di sospetta infezione da COVID-19.

Che attività svolgono gli anziani?

Nei limiti del possibile tutti gli anziani vengono alzati dal letto con orari ridotti; vengono lasciati nelle proprie camere al fine di garantire loro più protezione. In soggiorno vengono portati solo gli anziani per cui è richiesta osservanza a vista.

Sono previste attività socio-educative?

Abbiamo limitato la presenza degli operatori all’interno dei reparti, per prevenire il contagio. E’ sospesa quindi l’attività socio-educativa, ma il personale infermieristico e assistenziale garantisce la vicinanza e la compagnia agli anziani.

Vengono effettuati tamponi a tutti gli anziani?

No, non vengono eseguiti tamponi a tutti gli anziani.
La decisione di effettuare il tampone è presa dalle Autorità Sanitarie: provvediamo a segnalare tempestivamente i casi sospetti in ATS e ci rimettiamo a loro circa il proseguire delle attività.

E’ possibile portare a casa il proprio caro?

E’ stato effettuato esposto in Regione Lombardia circa la possibilità di riportare l’anziano al domicilio, siamo in attesa di delibera da parte della regione.

Perché il personale non risponde al telefono nei reparti?

Il personale è ridotto e impegnato a prestare assistenza agli anziani. In linea generale non è possibile passare il telefono direttamente agli anziani, in quanto possibile veicolo di infezione.

Quando riprenderanno le videochiamate?

Stiamo lavorando e ci stiamo organizzando per riprendere il prima possibile le videochiamate e per garantire il contatto diretto tra gli anziani e i loro familiari.

Le condizioni cliniche del personale sono monitorate?

Si, tutti gli operatori vengono sottoposti a monitoraggio clinico e al controllo della temperatura all’ingresso e all’uscita. 

E’ previsto personale dedicato per ogni piano?

Si, per contenere il più possibile il propagarsi del virus, è stato disposto personale dedicato ad ogni singolo piano di degenza.

Che tipo di protezione usa il personale?

Tutto il personale è dotato dei necessari Dispositivi di Protezione Individuale.